Istituto Medicina del Soccorso


 

Master

Specializzazioni

Corsi

Congressi

Iniziative e Progetti

Aree operative

Pubblicazioni

Cooperazione Internazionale

Protezione Civile

Maxiemergenze internazionali

Centro Studi e Ricerca

Circolari e Comunicati


 

 
Ricerca nel sito:

 

 


 Nome Utente
 
 Password
 

 
Password dimenticata?

 

 



VIII Corso di Alta Formazione

Operatore del Soccorso in Emergenza

Speleo-Alpino-Fluviale©

Anno Accademico 2016 - 2017

 

 

Sigla: SAF©

Area: Scienze Mediche                                            

Tipo: Corso Interuniversitario di Alta Formazione

Crediti Formativi Universitari(C.F.U.): 60                                      

Costo: 600,00

Durata: annuale

Ore: 1500 (di cui 50 in Aula - vedi Ordinamento Didattico)

 

Enti proponenti

 

- Istituto di Medicina del Soccorso© (I.M.S. - Scientific Society)  (ideazione e progettazione didattica)

- Consorzio Interuniversitario per Formazione e la Comunicazione For.Com.: (Università degli studi Torino - Università degli studi del Molise - Università degli Studi di Bari - Università degli studi di Udine - Università degli studi di Foggia - Università di Camerino - Università degli studi di Sassari - Università Degli Studi  Guglielmo Marconi - Università degli studi di Perugia - Universitatea "Ovidius" Constatnta - Romania  - University of Chester).

 

Patrocini e partenariati

Organizzazione delle Nazioni Unite . Diritti Umani Italia - World Health Organizzation - Ministero degli Esteri . Dipartimento Cooperazione allo Sviluppo - ONG-Italia - Presidenza Consiglio dei Ministri . Dipartimento di Protezione Civile - Servizio Civile - Consorzio Interuniversitario per la Formazione e la Comunicazione - Università Cattolica del Sacro Cuore - Università La Sapienza -  Università Tor Vergata -  European  Resuscitation Council  - International Rescue Medicine Association - European Medical Association - Emergency and Disaster Management Studies - International  Life Saving  - International Olympic Committee . CONI - International Paraolimpic Committee . CIP - Rescue Three International.

 

Direttivo dei Docenti

Borgese Leonardo

Danieli Franco

Manganiello Giovanni

Meledandri Giovanni                                                               

Pistolese Amedeo  

Revelli Luca                                                  

Rossi Claudio

 

Direzione Scientifica: Giovanni Manganiello

 

Direzione Didattica: Franco Danieli

 

Direzione Medico-sanitaria: Luca Revelli

 

 

 

 

Obiettivi generali

 

Il corso è finalizzato alla formazione e all’aggiornamento di operatori e volontari del soccorso facenti parte di corpi speciali di intervento medico-sanitario e associazioni di volontariato civile, con l’obiettivo di costruire un profilo tecnico e professionale competente nel soccorso speleologico, alpino e fluviale, in ambito di emergenze e criticità sul territorio. Questa nuova figura di professionista del soccorso trova collocazione in ambienti operativi di emergenza sanitaria, psicologica e sociale nella sanità pubblica, in categorie professionali, corpi speciali di pubblico soccorso, cooperazione internazionale e protezione civile, ovvero nell’intervento, coordinamento e gestione delle maxi-emergenze, in carriere finalizzate alla prevenzione, all’intervento e alla mitigazione di calamità dove è richiesto personale specializzato abilitato non solo al recupero e al primo soccorso di vittime in area critica ed ambienti ostili, ma anche alla coadiuvazione psicologica e sociale, al tutoraggio e alla mediazione nella sanità pubblica e privata e nella gestione delle emergenze urgenti e stabili.

 

Obiettivi specifici

 

L’esigenza di questa nuova figura professionale si avverte, in special modo, nell’ambito del soccorso in ambienti colpiti da eventi calamitosi, della gestione del territorio ostile nella stagione estivo-invernale e della specificità del soccorso in acque vive fluviali e alluvionali, in piani di emergenza sanitaria e gestione di maxi-emergenze. Il soccorritore laico, infatti, è il primo a intervenire in tali situazioni e deve essere in grado di riconoscerne i pericoli e saperne valutare i rischi, ovvero sapere mettere la scena dell’incidente in sicurezza, conoscere i presidi individuali di autoprotezione e le attrezzature idonee per garantire la sicurezza e l’incolumità degli operatori durante l’intervento. Egli è l’unico a poter stabilizzare la vittima di incidente in ambienti estremi ed è fondamentale non solo nel prestare il primo soccorso sanitario e psicologico, ma anche nel  fornire assistenza in ambienti che richiedono di gestire e sostenere le vittime di calamità, con particolare riguardo ai protocolli di soccorso destinati a soggetti geriatrici e diversamente abili.

 

Destinatari

 

Il corso è rivolto principalmente a studenti in possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado, interessati al percorso didattico professionale di riferimento, ovvero nel  campo della sanità pubblica e dei corpi speciali del soccorso, ovvero vigili del fuoco, soccorso alpino, forze dell’ordine, soccorso fluviale, forze armate e protezione civile. A costoro verrà rilasciato l'attestato che dà titolo ai 60 C.F. (crediti formativi non universitari) e che ha inoltre un valore di 3 punti nei pubblici concorsi (ove la normativa vigente lo preveda).

Il corso universitario di formazione professionale è aperto anche a studenti in possesso di laurea breve o specialistica, interessati ad un percorso formativo finalizzato all’operatività negli ambiti del soccorso medico-sanitario e tecnico-specialistico specifico. Ai laureati verrà rilasciato l'attestato che ha un valore di 3 punti nei pubblici concorsi (ove la normativa vigente lo preveda) e dà titolo ai 60 C.F.U. (crediti formativi universitari) inerenti alla carriera accademica.

 

Metodologia

 

Il corso universitario di formazione professionale è sviluppato con metodi didattici attivi integrati finalizzati ad ottimizzare l’apprendimento: lezioni frontali, incontri teorico-pratici, FAD (Formazione a Distanza), attività seminariali, esercitazioni pratiche, stage e gruppi di studio. La metodologia prescelta valorizza le esigenze e le risorse dei singoli partecipanti e del gruppo in quanto tale. È obbligatoria la frequenza di almeno il 70% delle attività didattiche previste.

 

Ordinamento didattico

 

Il corso universitario, della durata complessiva di 150 ore, sarà articolato in 12 aree tematiche metodologiche e pratiche, suddivise in 50 ore di lezioni frontali (6 moduli didattici di due giornate ciascuno, con  2 moduli pratici e 2 di esercitazione in ambiente protetto), 50 ore di FAD (Formazione a Distanza), 50 ore di Tirocinio curriculare, 300 ore di Approfondimenti tematici (con stage applicativi, laboratori, esercitazioni), 750 ore elettive di Studio individuale e 300 ore di attività integrative di Project work ed esame finale.

Le lezioni frontali si svolgeranno generalmente con cadenza mensile, nelle giornate di sabato e domenica, con orario 9.00-13.00 e  14.00-17.30.

 

 

 

 

Moduli  frontali (50 ore) - Argomenti delle Aree Didattiche©

 

I      

  • Anatomia, fisiologia e cenni di psicologia

Ø  Anatomia e fisiologia dell’apparato locomotore

Ø  Anatomia e fisiologia dell’apparato cardio-respiratorio

Ø  Psicopatologia del trauma acuto e subacuto: psicologia, psicodinamica

  • Il sistema di protezione e difesa civile

Ø  Piani di protezione civile, riconoscimento del pericolo e valutazione del rischio

Ø  Sistemi di prevenzione, previsione, intervento e mitigazione di calamità

Ø  Squadra di soccorso LAST, catena di comando, unità di crisi e coordinamento interforze 

II

  • Pianificazione logistica e messa in sicurezza

Ø  Comunicazioni radio e multimediali, segnalazioni luminose, codice delle bandiere

Ø  Comunicazione verbale e non verbale, sistemi e protocolli gestuali

Ø  Pianificazione del soccorso, vie di fuga, sicurezza della scena di incidente

  • Soccorso in ambiente ostile ed estremo

Ø  Combustibili e comburenti, controllo degli incendi e ipossia da fumo

Ø  Attacco terroristico e biologico, corrosivi e caustici, intossicazione da inalazione

Ø  Stato di guerra, esplosivi e detonanti, radioattività e difesa nucleare CBRNe

III

  • Pratica: Medicina di emergenza-urgenza

Ø Colpo di sole e colpo di calore; ipotermia e shock anafilattico

Ø Trattamento e gestione delle ferite e delle fratture; assideramento e annegamento

Ø Trattamento e gestione delle emorragie e delle ustioni; causticazioni ed esplosioni

  • Pratica: Gestione del soccorso extraospedaliero

Ø  PMA: Medical and Hospital Disaster Manager

Ø  Triage pre-ospedaliero di emergenza e protocollo START

Ø  Triage pre-ospedaliero neurologico e protocollo CESIRA

IV

  • Pratica: Soccorso alpino e ricerca in valanga                       

Ø  Sistemi di stabilizzazione e trasporto, attrezzatura di montagna, racchette da neve e toboga

Ø  Soccorso alpino su ghiaccio, ferrate e cordate, tecniche di roccia, discendenti

Ø  Ricerca in valanga, unità SAF, sistemi satellitari, soccorso in ambiente boschivo

  • Pratica: Soccorso speleologico e sismico-vulcanico

Ø  Sistemi di ancoraggio e trasporto, attrezzatura speleologica, cavi e teleferiche

Ø  Soccorso speleologico, imbrachi e paranchi, corde statiche e dinamiche

Ø  Ricerca e soccorso in zona sismica, pianificazione e messa in sicurezza            

V

  • Esercitazione: Soccorso fluviale e alluvionale

Ø Ricerca e soccorso  in ambito di maxiemergenza da rischio acquatico

Ø Acque vive: ambiente fluviale, tecniche di sacco lancio, piattaforma rafting

Ø Salvamento e subacquea: sistemi  SAR di ricerca e soccorso, autorespiratori e First Aid

  • Esercitazione: Basic Life Support Defibrillation (BLSD)

Ø  Protocolli di soccorso in caso di emergenza cardiorespiratoria

Ø  Rianimazione cardiorespiratoria e Basic Life Support

Ø  Defibrillazione precoce con defibrillatore semiautomatico esterno

VI

  • Esercitazione: Elisoccorso di emergenza in ambienti ostili

Ø  Sistemi di comunicazione gestuale terra-aria e segnalazioni luminose

Ø  Scelta, pianificazione e messa in sicurezza della zona di atterraggio

Ø  Protocolli di sicurezza: gestione area di imbarco ed evacuazione di emergenza

  • Esercitazione: Prehospital Trauma Care (PTC)

Ø  Epidemiologia del trauma grave e sicurezza del soccorso

Ø  Protezione del rachide cervicale ed elementi di immobilizzazione

Ø  Ossigenoterapia, gestione delle vie aeree, del trauma toracico e del circolo        

 

 

 

 

 

 

Moduli integrativi FAD© (Formazione a Distanza su piattaforma multimediale) (50 ore)

 

  • Formazione permanente nel “sistema soccorso”
  • Responsabilità del soccorritore
  • Lo stress nell’emergenza
  • Valutazione e previsione del rischio
  • Tecniche infermieristiche e primo soccorso
  • Protocolli di emergenza

Verranno assegnati dalla Direzione didattica, per ogni singolo discente, programmi specifici volti a garantire l’integrazione e gli approfondimenti del percorso didattico e il proseguimento delle attività di studio.

 

Tirocinio curriculare© (esercitazioni e stage applicativi) (50 ore)

 

  • Soccorso avanzato: secondo le linee guida dell’Italian Resuscitation Council (I.R.C.)

Ø Basic Life Support Defibrillation (BLSD) e ossigenoterapia

Ø Prehospital Trauma Care (PTC) e soccorso stradale

 

  • Soccorso acquatico: secondo le linee guida dell’International Life Saving Federation (I.L.S.)

Ø Il salvamento e le sue tecniche: sistemi, metodi e protocolli ILS

Ø Il mondo subacqueo: sistemi ARA, ARO, First Aid e protocolli CMAS

Ø Il soccorso fluviale e alluvionale: tecniche e protocolli R3

Il tirocinio curriculare sarà svolto presso l’Istituto di Medicina del Soccorso, reparti già convenzionate della Università Cattolica del Sacro Cuore “Policlinico A. Gemelli”, Organismi Non Governativi o strutture di Protezione Civile.

Eventuale tirocinio integrativo può essere svolto anche presso strutture segnalate dagli studenti, previo accertamento di idoneità da parte del Consorzio Interuniversitario e Istituto di Medicina del Soccorso.

 

Approfondimenti tematici© (laboratori e stage applicativi ) (300 ore)

 

  • Il sistema sanitario nazionale
  • Sviluppo dei sistemi sanitari
  • Economia e gestione  sanitaria
  • Biologia molecolare e clinica
  • Igiene ed ecologia
  • Informatica medica
  • Elementi di farmacologia
  • Anatomia e fisiologia
  • Medicina comunitaria
  • Medicina internazionale
  • Tecniche infermieristiche di base
  • Tecniche sanitarie e disabilità
  • Tecniche di primo soccorso
  • Protocolli di emergenza
  • Medicina difensiva e delle assicurazioni

Al fine di ottimizzare l’apprendimento individuale, verranno assegnati dalla Direzione didattica,  programmi specifici volti a garantire il corretto proseguimento delle attività di studio, calibrati per ogni singolo discente.

 

 

ISCRIZIONI APERTE TUTTO L’ANNO

Titolo

 

Al termine del Corso, il Consorzio Interuniversitario per la Formazione e la Comunicazione  For.Com. rilascerà, previo accertamento dell’idoneità con esami finali, l'attestato di:

 

Operatore del Soccorso in Emergenza Speleo-Alpino-Fluviale©”.

 

Il Corso in oggetto è collocabile nell'ambito dei Corsi interuniversitari di Alta Formazione definito e ai sensi della Legge 705 del 9 dicembre 1985  (modifica del DPR 382/80)  e  della Legge 341 del 19 novembre 1990  (art. 6, 8, 11).

 

 

L’attestato dà titolo a 60 Crediti Formativi Universitari (C.F.U.)

 

Abilitazioni

 

A coloro che avranno superato la valutazione finale, verrà consegnato, attestato o retraining, di Operatore BLSD (rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione per operatori non sanitari) rilasciato dall’Italian Resuscitation Council (IRC-Com), riconosciuti dal Servizio Sanitario Nazionale e valevoli su tutto il territorio della Unione Europea.

 

Esonero E.C.M.

 

Ai sensi del Programma di Educazione Continua in Medicina del Ministero della Salute, i professionisti afferenti ai servizi del sistema sanitario nazionale che frequentano questo corso universitario sono esonerati dall’acquisire i crediti formativi E.C.M., necessari  per gli anni solari di frequenza al corso.

Concorsi pubblici

 

In caso di partecipazione a concorsi pubblici, l'acquisizione del titolo ha un valore riconosciuto di 3 punti (ove la normativa vigente lo preveda).

                                               

Modalità di iscrizione

 

Le tasse accademiche, comprensive delle spese per il materiale didattico e per l'organizzazione del Corso, ammontano ad Euro 600,00. Il versamento, potrà essere effettuato in una unica rata prima dell’inizio del primo modulo frequentato. Il versamento, con la specifica della causale, dovrà essere effettuato tramite Carta di Credito o Bonifico bancario e la copia del versamento dovrà pervenire via posta ,elettronica o ordinaria, entro le scadenze previste.

Il mancato invio dell’intera documentazione (modulo d’iscrizione firmato in originale, autocertificazione del titolo di studio conseguito, oltre alla copia del versamento effettuato) entro i termini sarà interpretato come una rinuncia alla partecipazione del Corso. L’ammissione al Corso è a discrezione del Direttivo Docenti tramite valutazione dei titoli e sulla base di una graduatoria derivante dall’ordine di arrivo delle domande di ammissione. Pertanto è necessario inviare la Domanda di Ammissione, corredata da un breve Curriculum Vitae formativo e professionale. La rata di euro 600,00, dovrà essere versata entro 15 giorni dalla ricezione della conferma dell’idoneità, pena la decadenza automatica dell’ammissione al Corso. Vedi sito www.forcom.it alla voce Alta Formazione.

I Corsi avranno inizio, a cadenza semestrale, a gennaio 2017 e avranno termine a dicembre 2017; nelle date di:

28 gennaio, 24 giugno.  Nel caso di non attivazione del Corso per mancato raggiungimento del numero minimo di aspiranti ritenuti idonei dal Direttivo Docenti, l’importo dell’iscrizione potrà essere valido per il Corso successivo, comunque al raggiungimento del numero di iscritti previsto. Il Direttivo Docenti si riserva di confermare agli iscritti l’effettivo inizio del Corso, 10 giorni prima delle date d’inizio previste.

 

Sede di svolgimento

Università Cattolica del Sacro Cuore

(Fondazione Policlinico Universitario “A. Gemelli”, Roma)

e

Istituto di Medicina del Soccorso© (Roma)

 

Informazioni, Didattica e Ammissioni

e-mail: dir.didattica.ims@irmanet.eu                       

-  Segreteria    0039 333 1693852

-  Direzione     0039 333 5475373

                                                                      

Iscrizioni e Amministrazione

e-mail: g.cambrea@forcom.it -  www.forcom.it (Alta Formazione)                                                                    -  Telefono      0039 06 360815211

                                                                      

Siti istituzionali su cui scaricare i Bandi dei Master : www.irmanet.eu / www.forcom.it / www.medicinasoccorso.eu

 

Copyright

Il presente progetto è coperto da copyright ed è di proprietà dell’Istituto di Medicina del Soccorso©.

È vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale, e l’utilizzo di termini specifici in essi contenuti. I trasgressori saranno perseguiti a termini di legge.

 

 


PER LEGGERE E SCRIVERE COMMENTI OCCORRE ESSERE REGISTRATI      < Indietro